lunedì 24 gennaio 2011

Il brand manager e il chiosco in Brasile

"Che facciamo Teo? Entri o ne fumi un'altra?" 
"Non rientriamo. Ho un'idea."
"Sentiamo..."
"Caro Brando, te lo dico perché ti stimo troppo. Noi qui stiamo perdendo tempo. Siamo troppo bravi. Non ci possono capire. Non ci capiranno mai."
"Ok, ma sei pagato per non essere capito."
"Non per non essere capito, ma per non capire. Brando, sei pagato per non pensare!"
"Ho capito Teo... ma allora che si fa? Mettiamo in piedi un business? Svoltiamo? Hai Idee?"
"Un’idea ce l’ho."

Ti prego, fa che ora non tiri fuori il baretto sulla spiaggia in Brasile. Fa che non lo dica...
"Conoscevo un tipo che lavorava con me ad Atlanta. Era nel Finance. Un giorno ha dato di matto..."
C'è ancora il rischio che tiri fuori il solito fottuto bar del Brasile. Speriamo di no, speriamo di no...
"...un giorno, ha rassegnato le dimissioni, ed è partito a piedi dall’ufficio. Così, all’improvviso, senza dire niente. Aveva pochi soldi in tasca. Non abbiamo avuto sue notizie per mesi."

Sogno l’evasione. Sto già pensando all’auto-combustione del mio pc, che si scioglie per il casino di mail, grafici e presentazioni power point che ci stanno dentro. Intanto io raggiungo il mare a piedi, mi sfilo via le scarpe, corro sulla sabbia e mi tuffo nell’acqua blu.

"Beh? Dov’è andato il tuo collega?", gli faccio.
"Ha camminato per tutta l’America, fino alla Terra del Fuoco. Abbiamo visto le sue prime foto su Facebook dopo sette mesi. Cazzo se era cambiato! Stava in mezzo ai pinguini della Patagonia. Aveva la barba lunga e sorrideva come un bambino."
"Ma di cosa viveva?"
"Di poco... di quello che trovava... dell’ospitalità della gente. Aveva ampliato i suoi orizzonti durante il viaggio. Si era lasciato alle spalle la condanna di una vita in un ufficio grigio e monotono, per vedere il sole sorgere ogni giorno su di una nuova terra."
"Fantastico, Teo... e ora che fa il tuo collega?"
"Ah, ora lavora nel Finance di un'altra azienda, a Toronto."

"mmm... si. Cosa fanno oggi in mensa?"

4 commenti:

  1. quante volte faccio anch'io questi discorsi. e invece siamo sempre qua...

    RispondiElimina
  2. ti pregooooooo
    il chiringuito in brasile l'ho sentito da chiunqueee... a ogni livello aziendale e in ogni funzione....
    che tristezza...

    RispondiElimina
  3. Io non penso all'idea del bar sulla spiaggia solo perchè mi ritroverei come concorrenti gli stessi da cui fuggirei.

    RispondiElimina