domenica 27 febbraio 2011

Il brand manager e la ricerca & sviluppo

I mercati dei prodotti di largo consumo crescono grazie alla spinta continua e irrefrenabile dell'innovazione. Se esiste una parolina magica nel marketing questa parola è "Nuovo".

Se qualcosa è nuovo significa che non ce l'hai ancora, per cui puoi desiderarlo. Il desiderio è la base del commercio. Automobili, telefonini, scarpe, merendine, dentifrici, profumi... nuovi. Non siamo più una società fondata sul consumo, ma sulla sostituizione. Non esauriamo lo shampoo, ma collezioniamo flaconi semi vuoti da qualche parte nel bagno, poi li sostituiamo con altri nuovi destinati a seguire la stessa triste sorte. Poi un bel giorno ci accorgiamo che gli shampoo sono vecchi e occupano spazio, allora vuotiamo i fondi nel lavandino e gettiamo i flaconi esangui nella raccolta della plastica.

Sono scene tristi, ma fortunatamente in tutte le multinazionali c'è un intero dipartimento aziendale deputato a evitare che l'innovazione inceda a un passo troppo incalzante: la funzione di Ricerca & Sviluppo.
R&D è quel luogo magico che si trova all'interno dell'azienda pur prescindendo da molte delle sue leggi. In R&D è possibile imbattersi in personaggi che vivono all'oscuro dell'andamento dei mercati, delle quote, della pressione promozionale e dei fatturati, ma perfettamente informati sulle varianti delle note olfattive. Questi simpatici e raffinati colleghi, più simili a scienziati o sommelier che a uomini d'azienda, hanno imparato a sopravvivere in un'ambiente inospitale e stressante come quello delle multinazionali sviluppando al meglio una dote preziosa e insostituibile: il paraculismo.

<< Paolo, abbiamo bisogno del nuovo prodotto al più tardi a giugno, altrimenti ci giochiamo la stagione e mettiamo in serio pericolo il Piano di tutto l'anno.>>
<< Si Brando, capisco certo, ma vedi... purtroppo la stabilità del preparato richiede tempo...>>
<< Quanto tempo?>>
<< Vedi, in condizioni normali dieci settimane, ma qui non si tratta di condizioni normali... c'è l'ingrediente aggiuntivo che non è ancora registrato e la reazione va misurata a parte. Poi ci sono i test da condurre su animali, uomini, donne, vecchi e bambini, oltre che sull'Ermellino del Bengala....>>
<< Che è st'Ermellino del Bengala?>>
<< E' una nuova norma di sicurezza Brando, è uscita ieri. Non possiamo lanciare sul mercato se prima non abbiamo testato su di un individuo di questa rara specie asiatica protetta e in via d'estinzione.>>
<<Si, vabbè... insomma quanto tempo ci vuole?>>
<<Ma Brando, vedi, alle quindici settimane di test di cui ti parlavo va aggiunto il periodo di prova sull'Ermellino del Bengala...>>
<<Ok. non possiamo fare la prova sull'armadillo in parallello durante le 15 settimane di test?>>
<<Anche con tutta la buona volontà, Brando, non so dirti quando riusciremo a reperire l'Ermellino del Bengala...>>
<<Va bene Paolo, ho capito. Facciamo così: dammi tu un tempo! Quando hai il prodotto pronto per il lancio?>>
<<Ecco Brando, allo stato attuale delle cose, non posso sbilanciarmi troppo. Ci troviamo in condizioni di forte incertezza, e per giunta la scorsa settimana abbiamo avuto un problema con la macchina dei test. Per non contare che la nonna di un tecnico del laboratorio non gode ultimamente di ottima salute, dunque capita che lui si prenda delle mezze giornate così all'improvviso. Ora come ora ti potrei dire... un anno.>>
<< Cosa!? Un'anno! Fra un anno ci sarà un altro seduto qui alla mia scrivania! Il mio capo me lo ha chiesto fra tre mesi, ho fatto l'impossibile per negoziarne quattro!>>
<<Mi spiace Brando, ma sono i tempi tecnici.>>

Così Ricerca e Sviluppo si premura di ridurre l'impatto ambientale ritardando il lancio di nuovi prodotti sul mercato a qualunque costo, anche grazie all'aiuto del maledetto Ermellino del Bengala.

7 commenti:

  1. MMMmmmMMMmmm rifletto sul fatto che l'R&D però tiene in mano ogni sorte...e ti rigirano come un calzino..magari dicendo per il 90% cavolte..

    Una studentessa

    RispondiElimina
  2. Ti giuro che ho pensato alla mia ultima conversazione con quei cialtr....... cari colleghi scienziati e mi è scesa una lacrima...
    By the way, per il oro test sono sicuro che hanno il quintuplo del tuo budget media.

    RispondiElimina
  3. bello averci il budget quanto non hai il tedioso problema del roi

    RispondiElimina
  4. Gent.mo,
    poco tempo fa ti eri iscritto al gruppo Linked Brand manager Italia su linked-in. In modo molto affrettatto e pregiudiziale ti avevo rimosso dal gruppo in quanto eri evidentemente ai miei occhi un profilo fake. Ieri sera ho scoperto il tuo blog che ho avidamente letto per quasi 2 ore. In mezzo a tanti sorrisi e riflessioni interessanti, ho dovuto mio malgrado rimpiangere di averti rimosso dal gruppo, perchè le riflessioni che tu fai in modo ironico sono il tipo di riflessioni che vorrei animassero il gruppo e per cui in effetti ho creato il gruppo stesso. Riflessioni, spunti e giudizi capaci di ricordarci che prima che BM siamo uomini e nel momento stesso che dimentichiamo di essere uomini smettiamo anche di essere BM.
    Mi scuso nuovamente di averti giudicato in maniera sommaria e affrettata perciò mi piacerebbe molto che tu entrassi a far parte della mia rete su linkedin e poi ti invito ad iscriverti nuovamente al gruppo.
    Grazie
    Buona giornata

    GM

    RispondiElimina
  5. Gent.mo,
    poco tempo fa ti eri iscritto al gruppo Linked Brand manager Italia su linked-in. In modo molto affrettatto e pregiudiziale ti avevo rimosso dal gruppo in quanto eri evidentemente ai miei occhi un profilo fake. Ieri sera ho scoperto il tuo blog che ho avidamente letto per quasi 2 ore. In mezzo a tanti sorrisi e riflessioni interessanti, ho dovuto mio malgrado rimpiangere di averti rimosso dal gruppo, perchè le riflessioni che tu fai in modo ironico sono il tipo di riflessioni che vorrei animassero il gruppo e per cui in effetti ho creato il gruppo stesso. Riflessioni, spunti e giudizi capaci di ricordarci che prima che BM siamo uomini e nel momento stesso che dimentichiamo di essere uomini smettiamo anche di essere BM.
    Mi scuso nuovamente di averti giudicato in maniera sommaria e affrettata perciò mi piacerebbe molto che tu entrassi a far parte della mia rete su linkedin e poi ti invito ad iscriverti nuovamente al gruppo.
    Grazie
    Buona giornata

    GM

    RispondiElimina
  6. Caro GM,
    ti ringrazio per il commento, mi piace che tra le righe del blog si possa leggere un lato umano di questo lavoro.
    Credo che spesso il vis-a-vis di tutti i giorni possa essere più fake di un profilo web libero di esprimersi serenamente.
    Penso che ci vedremo presto in un gruppo o in un blog
    Buona giornata a te
    Brando

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina