martedì 26 aprile 2011

Il brand manager e i corsi di formazione

Diciamocelo francamente. Non è proprio come ce l'avevano venduta al principio.
HR Manager: "Cerchiamo gente ambiziosa con una forte imprenditorialità. Persone motivate a crescere e orientate all'obiettivo.  La nostra è una realtà ricca di opportunità, per chi le sa cogliere. Qui potrà imparare il miglior marketing dai migliori professionisti."
Proprio non capisco perchè non favorire la job rotation fra Risorse Umane e Vendite. I migliori venditori si trovano all'interno dei reparti HR delle multinazionali, e un uomo di Vendite dovrebbe avere per definizione almeno dimestichezza nella gestione delle relazioni personali. Fate un po' a cambio no? Così venderemmo più prodotti, e l'azienda capirebbe meglio cosa vogliono i suoi dipendenti (e che ci vorrà poi!? Dai, su...).

Ma come ogni uomo di marketing sa bene, non basta far comprare il prodotto. Bisogna soddisfare il cliente per farsi ricomprare... e qui cominciano i problemi delle Risorse Umane. Sono problemi grossi. Perchè le HR hanno una delizia che si chiama ambizione, ma anche una croce che si chiama motivazione. Come glielo spieghi a un giovane ambizioso che il suo "obiettivo" è cambiare il cruciverba sulle coloratissime confezioni dei cereali per il latte? Come fai a farlo sentire imprenditoriale quando deve organizzare i materiali punto vendita per una promozione negli ipermercati del nord est? Ma soprattutto, come fai a dargliela a bere che quei tipi indaffarati a cazziare i fornitori al telefono sono i migliori professionisti del marketing?

E' qui che scatta il colpo di genio delle Risorse Umane (che fenomeno quel markettaro che se le è inventate!). 
HR Manager: "Caro brand manager, non solo ti abbiamo dotato prematuramente di un titolo fichissimo e altisonante (anche se un po' anni '80) da apporre sui biglietti da visita, ma abbiamo fatto ancora di più per te. Visto che noi ci teniamo a te, noi investiamo su di te. Investiamo sulla tua formazione."
Quando Risorse Umane tira fuori i corsi di formazione è un po' come quando un uomo torna a casa dalla donna così, di punto in bianco, con un mazzo di fiori. Bisogna essere sospettosi.
I corsi di formazione possono avere svariate finalità, ma le principali restano: 1) far credere al bm che è tenuto in una qualche considerazione dall'azienda per tre giorni all'anno; 2) dare al bm l'opportunità di raccontare agli amici che viaggia per lavoro; 3) giustificare l'esistenza di un budget HR; 4) dare da lavorare a una categoria di professionisti semplicemente geniale: i formatori aziendali.


Nessun commento:

Posta un commento