domenica 11 settembre 2011

Il brand manager e le ricerche di mercato: i risultati

Il processo decisionale nelle strutturate ditte multipaese è nelle mani di uomini che si professano infallibili, pertanto si configura come un percorso altamente metodico e articolato. In un'organizzazione che investe decine di milioni di euro nel delicato lancio di un nuovo prodotto per l'igiene intima non ci si può permettere di prendere decisioni azzardate. Tutto viene calcolato, misurato e analizzato nel dettaglio prima di convenire sull'esatta azione da intraprendere.

Definire un dentifiricio "extra sbrilluccicante" o "sbrillucicante extra" è un'operazione tanto complessa da richiedere l'intervento di alcuni istituti specializzati, in grado di appropriarsi dei segreti più intimi dell'animo umano per poi trarne infallibili formule statistiche orientate al profitto. Nielsen, Millward Brown, GPF sanno tutto di noi. Sanno quante volte andiamo in bagno, per fare cosa, con che atteggiamento (conscio e inconscio) e quali sentimenti sviluppiamo prima e dopo il momento catartico dell'espulsione del prigioniero.

Il linguaggio degli Istituti è serio, scientifico, infallibile, e contribuisce a conferire ai loro elaborati grande spessore e credibilità. Io stesso ho trovato necessario condurre un'indagine approfondita su un campione rappresentativo della popolazione dei lettori del blog brandomanago per farmi un idea precisa di chi siano gli avventori di questi post. Dopo un'accurata analisi dei dati sono così giunto ad alcune inopinabili conclusioni, il cui succo chiameremo qui topline results:

1) Uomo o donna? Il lettore di brandomanago nel 61,5% dei casi è un uomo, mentre nel restante 38,5% è sorprendentemente una donna.
2) Quanti anni ha? l'età media è di 31,6 anni (quanti anni ha Brando? ...)
3) Dove vive? Il 38,5% vive a Milano,  il 15,5% si concentra nel Lazio e altrettanti nell'area di Bologna, mentre solo il 7,2% vive alle Hawaii (e curiosamente altrettanti nel mantovano).
4) Che lavoro fa? Il 46% lavora in agenzia (più della metà sono creativi), mentre solo meno del 40% lavora in azienda. Addirittura sotto la soglia del 15% i giornalisti e i surfisti.

Così il grande gioco statististico dei medioni fa si che il lettore tipo di brandomanago si configuri come un copy di 32 anni che lavora in agenzia a Milano (si suppone viva tra i navigli e via tortona). Come potete immaginare questi key highlights non possono non avere delle serie ripercussioni sulla linea editoriale del blog...

13 commenti:

  1. il famoso medione del pollone!

    RispondiElimina
  2. Brando hai dipinto un profilo medio di lettore per cui farei rinforzare il paraurti della mia auto.. anche il posteriore, vuoi mettere non bastasse il colpo a marcia avanti.... ;) sono sicuro che siamo meglio di cosí. Presuntuosamente. Il creativo cazzeggiante fighetto milanese di buona famiglia, che fuma, è quasi tutto quello per cui combatto. Sará forse l'invidia....? Torno a fare le ciarts....

    RispondiElimina
  3. Dai, che in fondo se fai charts sei un bm, quindi con ogni probabilità viaggi anche tu nell'intorno stretto dei 30. C'è un'alta probabilità che tu viva a milano, e magari sei anche uomo... Cosa ti distingue dal lettore tipo? Tu te la cavavi meglio coi numeri, e lui colle parole. Tutto qui... :)

    RispondiElimina
  4. Ho bisogno di sapere il p-value... o qui tutto va a pallino!!

    RispondiElimina
  5. Edo, si stima un p fra l'1 e il 2%. Concorre certamente l'ampia copertura del campione si capisce...

    RispondiElimina
  6. ma chi è il tipo della foto?

    RispondiElimina
  7. ohibò sono fuori quota? 43 yo, veneta doc, sponsorizzazioni e pr......punterei sui lettori di nicchia per alzare il target che dici???

    RispondiElimina
  8. Ciao Freccia, sei la prima veneta per quanto ne so... benvenuta nella nicchia!

    RispondiElimina
  9. aha hai visto?
    e se ti dico che il tuo panel ha un bel po' di vongolette di laguna che silenziose chiocciano del tuo blog alla macchinetta del caffè?
    improvvisamente ti sorge il dubbio che quello che scrivi ha valenze nascoste per qualcuno? magari dovresti sviscerare meglio il consumer insight del tuo blog.. forse dovresti fare una ricerca..
    8-)) continua così WE LOV U

    RispondiElimina
  10. ti ringrazio freccia, sono io che vi lavo: AI LAV IU!

    RispondiElimina
  11. Ciao Brando,

    cercavo informazioni sui brand manager e ho trovato il tuo blog. :)

    Sono studentessa in una triennale umanistica a Torino e devo scegliere la specialistica. Volevi chiederti, se possibile, alcuni consigli e pareri..

    Dove ti posso contattare?

    grazie mille :)

    Giulia

    RispondiElimina
  12. Ciao Giulia, puoi scrivermi alla casella postale stivenup@gmail.com, cercherò di dissuaderti in ogni modo :)

    Brando

    RispondiElimina