lunedì 23 gennaio 2012

Le navi scuola del marketing: Ferrero

Ferrero è i suoi prodotti. L'azienda porta il nome del fondatore Pietro Ferrero, che nel 1942 aprì il suo laboratorio dolciario ad Alba. Dopo 70 anni la Ferrero è un colosso dell'industria dolciaria globale, orgoglio italiano che si aggiudica nel 2009  il reputation award, davanti a IKEA e Johnson & Johnson. Il 2010 chiude con un fatturato di 6,6 miliardi di € maturato in più di 100 paesi e in crescita rispetto all'anno precente (+4%).

Con marche istituzionali e successi più recenti come Nutella, Mon Chéri, Pocket Coffee, Ferrero Roché, Tic Tac, Estathè, Kinder e Grand Soleil, solo per citarne alcune, Ferrero è investitore TV del mercato media italiano con 168 milioni di €.


Dicono di Sè: "Prodotti frutto di idee innovative, quindi spesso inimitabili pur essendo di larghissima diffusione, entrati a far parte della storia del costume di molti paesi, dove sono a volte considerati autentiche icone", "Il nostro obiettivo è creare prodotti unici, mediante processi innovativi di ricerca e produzione, con nostre tecnologie", "privilegiamo da sempre l'etica del fare rispetto alla pratica dell'apparire".



E ora passo, come di consueto, la parola ai lettori:
1)  Perché dovrei scegliere Ferrero per avviare la mia carriera nel marketing?
2)  Come si accede e come si struttura lo stage in Ferrero (progetto tipo, rimborso, possibilità di assunzione al termine dello stage, percentuale assunti...)? Esistono altri canali per essere assunti in Ferrero diversi dallo stage? 
3)  Quali sono i tempi, i passaggie le competenze necessari per diventare brand manager in Ferrero?

Gustatevela
Brando


15 commenti:

  1. Ferrero è un’ottima scuola di innovazione. Se avete l’opportunità fare uno stage in soremartec (la parte di innovazione) non lasciatevela scappare! Si investe molto in ricerca, anche con processi di sviluppo molto lunghi, ma il risultato è che difficilmente Ferrero sbaglia un lancio. Questo anche perché le novità vengono supportate con un media “a tamburo battente” ma anche perché i prodotti sono davvero unici e difficilmente imitabili anche grazie alle tecnologie proprietarie dell’azienda. La comunicazione è semplice e molto tradizionale ma alla lunga… convincente! ;)

    RispondiElimina
  2. Ragazzi fidatevi è una delle poche aziende dove si fa sviluppo di marketing in Italia! Sfortunatamente gli headquarter di aziende site in italia sono tutti un po’ tutti sparsi sul territorio: Barilla a Parma, Illy a Trieste… ma vale comunque la pena, soprattutto per chi vuole sviluppare un profilo marketing completo. Oltretutto il clima di lavoro in Ferrero è ottimo.

    un affezionato ex

    RispondiElimina
  3. Si ma quanto pagano?

    RispondiElimina
  4. Ferrero ha un rimborso stage di 1000€ che praticamente equivale a un primo stipendio, ma considerate che anche il tipo di impegno richiesto equivale a quello di un dipendente più che di uno stagista. Poi se al termine dello stage riuscite a farvi assumere cercate di farvi mandare a bruxelles, che li vedete un po’ di soldi veri…

    RispondiElimina
  5. In Lussemburgo al limite. Lì appena assunti da JBM si guadagna 1700€ netti al mese + rimborso di 700€ per l'alloggio.
    ps invece lo stage in lux non viene neanche retribuito, solo alloggio e mensa!

    RispondiElimina
  6. Quello è niente. Un pm in lussemburgo ne prende tranquillamente 4000 netti.

    RispondiElimina
  7. Si, non dimentichiamo che gli uffici si trovano ad Alba e a Pino Torinese. Va bene il profumo di cioccolato per strada manco fosse il paese di willy wonka, ma non è proprio come vivere a new york eh...

    RispondiElimina
  8. difficilmente sbaglia un lancio....ma anche quando lo sbagli ci si fossilizza,guarda Grand Soleil.

    RispondiElimina
  9. ma quello è accanimento terapeutico. Quando devi spiegare così tanto un prodotto così banale evidentemente hai cannato posizionamento

    RispondiElimina
  10. Quindi mi confermate che non è andato tanto bene come speravano? Brando, un secondo off topic, ultimamente trovo molta difficoltà ad accedere al tuo blog. Anche i feed dal mio, rimandano ad una pagina che mi dice "BrandoManago non esite". E per aggiungere un commento devo cliccare su un altro, altrimenti non appare "aggiungi commento". Sarò sicuramente io...ma te lo segnalo.

    RispondiElimina
  11. chiamano persone esperienziate per fare diversi colloqui e poi non si degnano neanche di dare un feedback via mail. Vergogna!

    RispondiElimina
  12. Alba non è New ork ma come si vive? Comè l'ambiente di lavoro? E il lavoro? Forse vale la pena per sacrificare 2/3 anni di vita sociale per crescere professionalmente?

    RispondiElimina
  13. Fidatevi Ragazzi,
    io ho lavorato come responsabile di zona per ferrero (giravo per i punti vendita di diverse province) anche se solo per 3 mesi. Ti sfruttano fino all'osso (come d'altra parte fanno tutte le aziende) ma per la ferrero ne vale davvero la pena.
    Quando dite che ferrero non sbaglia mai un prodotto se ci lavori dentro capisci bene il perchè e allora lavorare anche 12 ore al giorno diventa piacevole perchè davvero ti senti parte di un progetto. Il Best Reputation Award è assolutamente meritato.
    Fidatevi, se vi chiama a lavorare Ferrero diventa più piacevole lavorare che stare a casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luca Evangelista, hai fatto il sales representative?? quanto si prende di stipendio??

      Elimina
    2. ho lavorato per Ferrero inzialmente per tre mesi come Field key account e poi un anno come sales rep: è stata l'esperienza piu intensa e bella abbia mai vissuto!L'amore per l'azienda ti viene trasmesso e ti entra fin dentro il sangue , le soddisfazioni che si ricevono quando il lavoro si fa bene ti ripagano delle tante ore spese per far il proprio dovere! Luca evangelista la penso esattamente come te! Wferrero! :) Un affezzionatissa ex dipendente.

      Elimina