lunedì 9 aprile 2012

Marketing Basics N°1: Consumer Target

La Crisi
Amministratore Delegato: "Uè signori! Non so se ve ne siete accorti, ma qui abbiamo un problema. Il business va a puttane. A marzo abbiamo speso due milioni di TV e le vendite fanno -10%. DOV'E' il MARKETING!?"
Direttore Marketing: "Boss, in realtà è il mercato che va male. Ehehe! Menomale che eravamo in TV a marzo, altrimenti avremmo rischiato di fare -20%".
AD: "Meno dieci, meno venti... io sono stufo!" - batte i pugni sul tavolo, imposta un broncio mussoliniano, accenna un grugnito - "Ma qua la musica deve cambiare! O io, cambio i musicisti. E' CHIARO!?"
DM: "Chiarissimo Boss. Loud and clear! Anzi, ho già un piano." :)
AD: "Non sarà la solita cazzata!?"
DM: "No, macchè. Questa è nuova :)"
AD: "Ah, e sentiamo po'..."


La Soluzione
DM: "In questi casi la soluzione è una e una sola: back to basics."
AD: "Bectubesics???"
DM: "Eeeesatto. Back to basics!" - sfoggia il sorriso compiaciuto di uno che ha appena avuto un'epifania - "In pratica: no frills! Se vogliamo interrompere l'emorragia di share, qui dobbiamo ricominciare dal Kotler!"
AD: "Senta ricominci dal calciatore che preferisce lei, ma ricominci alla svelta."
DM: "Ma è perfetto! Alla grande! Hehehe! Fisseremo dei Marketing Basics Meeting con scadenza settimanale, a partire da questa settimana. Ripartiremo dallo step one del marketing: il consumer target."
AD: "Chiiiiii!!??"
DM: "Tranquillo boss, è tutto apposto. Mi faccia fare solo una chiamata" - squilli di telefono, suona libero - "Pronto, Brando? Si senti comincia a raccogliere tutto il materiale che hai sul tuo consumatore che facciamo un back to basics. Tutto-chiaro-all-right!? Ok. Alla grande. Ciao."

...

Brando: "Consumatore, consumatore, consumatore... ah si! Devo avere una chart."


13 commenti:

  1. Ehi Brando!! Buona Pasqua ( nel mentre!).
    KOTLER?!?!! Quanti bei (?) ricordi!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Edo, tanti auguri, spero che hai passato buone feste.
    Grande quel Kotler lì! Con Klinsmann e Matthaus ci hanno fatto sognare.

    RispondiElimina
  3. Brando,
    ma quello lì sei tu? Devo dire che t'immaginavo più magro... ;)

    Leti

    RispondiElimina
  4. Si Leti, sono io.
    Ma non sono sempre stato così.
    E' questo mestiere che ti logora.

    RispondiElimina
  5. ma quale sei dei 3 Brando? Quello a destra o nelle fotine della slide?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono quello a destra di tua sorella. Non mi avevi riconosciuto?

      Elimina
  6. ...che ridere. E'esattamente la mail che abbiamo ricevuto oggi dal nostro top management. Dopo l'ennesima release (P3) su cui sorvolare...
    RIPARTIAMO DAL CONSUMATORE...
    (chiiiii? lo trattano i grossisti del sud?)

    RispondiElimina
  7. Ahahah! Anche noi facciamo il back to basics, faccio a meno di likarvi dei video da you tube che ci sarebbe da pisciarsi dal ridere, ma non vorrei rischiare il posto di lavoro

    RispondiElimina
  8. Faccio solo notare una cosa: ad affermazioni stupide e generaliste (mi sono stufato sempre di segni nbegativi, -10% - ammazza i numeri non ti nascondono proprio niente, ndr!) dette in modo aggressivo (o si cambia musica o si cambiano i musicisti) ... non c'è cosa migliore di una bella presa per il culo "back to basics", facciamo più meeting ...
    Se poi la risposta non era volutamente una presa per il culo, diplomaticamente mascherata ... beh allora ecco trovato nell'AD e nel DM il motivo del -10% :D
    Troppo drastica? :P

    RispondiElimina
  9. Mi ricordo come fose ieri un country manager che contestava i risultati (con significativita' statistica al 99%) di una ricerca su heavy users dei competitors di categoria, circa le formule per il lancio di una nuova linea di prodotti, dicendo che "io credo che certe volte bisogna fidarsi, piu che delle ricerche di mercato, dei commerciali che conoscono il prodotto, perche lo vendono tutti i giorni"... detto di tre categorie merceologiche che l'azienda non aveva MAI venduto....

    RispondiElimina
  10. perchè, quando dicono: "inutile che testate, tanto so già che fate top score e poi si inchiodano a scaffale"?

    RispondiElimina
  11. d'altro canto, e' vero che una parte di lavoro che pochissimi fanno e' verificare attentamente come viene fatto il smapling da parte dell'agenzia... che se fatto male porta in effetti al risultato che indichi... non infrequente... quando ero al liceo c'ernao madri di miei amici che facevano "l'intervistato" come vero lavoro... capitaliste in buoni benzina....

    RispondiElimina