lunedì 30 aprile 2012

Marketing Basics N°3: il Piano

Meeting Pre-Piano
Direttore Marketing: "Signori, ho voluto raccogliervi tutti qui oggi perchè sia ben chiaro che quest'anno non potete limitarvi a copiare i Piani dell'anno scorso cambiando due numeri e le date come fate di solito. Quest'anno dobbiamo ricominciare dalle basi: SWAT, obiettivi, strategie, tattiche, budget, mercato, finanziari. Da ognuno di voi mi aspetto il massimo."
Junior Brand Manager: "Capo, credo si scriva SWOT, non SWAT."
DM: "Ecco. Io ti do la Vision e tu ti perdi nei dettagli. Chissenefrega di come si scrive SWAT, l'importante è il concetto. In questa chart potete vedere i budget allocati sui vostri brand per il 2013 e in quest'altra gli obiettivi di crescita suddivisi per marca."
Senior Brand Manager: "Ma, capo come faccio a crescere +10% con un mercato che fa -10% e un taglio budget del 20%!?"
DM: "Lo sapevo che qualcuno l'avrebbe chiesto. Questa domanda mi serve come esempio. E' l'esempio di un approccio negativo che proprio non va ragazzi! Insomma, siamo manager. Dobbiamo saper gestire le nostre risorse per raggiungere i nostri obiettivi."

Preparazione Piano
SBM: "Ricordati quello che ha detto il boss: obiettivi, strategie e tattiche devono essere linkati da un sostanziale legame di casualità."
JBM: "Ma non aveva detto 'causalità'?"
SBM: "Vabbè... e che differenza fa? Non perderti nei dettagli."

domenica 22 aprile 2012

Il brand manager e la creatività - ADCI Awards 2012

Molti pubblicitari non capiscono molto di marketing, come molti markettari non capiscono molto di comunicazione. Pensa un attimo ai tuoi colleghi. Quanti dei primi staccano la spina non appena sentono un numero, e quanti dei secondi si convincono intimamente di essere dei grandi esperti di comunicazione?

Pubblicitario"Non mi interessano i tuoi numeri."
Markettaro"Tranquillo, tanto so io come si fa."

Il risultato è che, proprio in questa congiuntura di crisi dei vecchi modelli di pubblicità, in cui dovremmo re-inventare insieme un paradigma della comunicazione, il dialogo marketing-pubblicità rischia una fatale implosione. Perciò:

Caro collega brand manager,
mi rivolgo a te che hai 5 minuti liberi fra l'aggiornamento delle quote e quello dello status di Facebook. Fai un salto sul blog dell'Art Directors Club Italiano dove troverai le shortlist dei lavori che sabato 14 aprile hanno partecipato agli ADCI AWARDS (si, sono freschi freschi). In pratica potrai spulciare e commentare alcune delle migliori pubblicità uscite in Italia nell'ultimo anno e magari scoprirne qualcuna tua o della concorrenza... se ci capisci le apprezzerai e le potrai trovare d'ispirazione, se non ci capisci... è un buon inizio (anche ammetterlo, s'intende).

Di seguito degli agili link ad alcune categorie:
Enjoy.

domenica 15 aprile 2012

Marketing Basics N°2: Competitors

La soffiata
Amministratore Delegato: "Com'è sta storia che i concorrenti lanciano un nuovo formato nel secondo quarter?"
Direttore Marketing: "Si, esatto boss. Abbiamo avuto la soffiata dal nam di Superpiù che è riuscito a scucire qualche informazione al buyer. Ma adesso Brando ci spiega tutto nel dettaglio."
Brando: "Ecco, a quanto pare i concorrenti stanno già presentando alla Distribuzione Disorganizzata un nuovo drink energetico in formato supposta che si assumerà per via rettale, al prezzo di 0,99€ a... dose."

L'indignazione
AD: "COME SAREBBE A DIRE 1,99€ A DOSE!? E' inaccettabile! Noi a quanto vendiamo?"
Brando: "Il nostro prezzo raccomandato al pubblico è 1,19€... a lattina. Ma il punto è che..."
AD: "Eh no! Così non va bene!! Così lasciamo che i concorrenti ci superino con una nuova tecnologia ad un prezzo più conveniente. PERCHE' NON CI ABBIAMO PENSATO PRIMA NOI!? Dobbiamo essere a scaffale prima possibile anche noi con questo energy drink supposta con una consumer promo di quelle che spezzano le gambe. SONO STATO CHIARO!?"
Brando: "Ma così, diretti? Senza nemmeno fare un test sul concetto o sull'utilizzo del prodotto?"
AD: "EEESATTO. COSI' DIRETTI. Non perdiamo ulteriore tempo, i concorrenti avranno già testato a sufficienza, sennò non avrebbero lanciato. GIUSTO!?"
Direttore Marketing: "Eh, chiaro. Si capisce. Ora non perdiamo ulteriore tempo, Brando, voglio vedere una prima proposta di lancio in settimana."



lunedì 9 aprile 2012

Marketing Basics N°1: Consumer Target

La Crisi
Amministratore Delegato: "Uè signori! Non so se ve ne siete accorti, ma qui abbiamo un problema. Il business va a puttane. A marzo abbiamo speso due milioni di TV e le vendite fanno -10%. DOV'E' il MARKETING!?"
Direttore Marketing: "Boss, in realtà è il mercato che va male. Ehehe! Menomale che eravamo in TV a marzo, altrimenti avremmo rischiato di fare -20%".
AD: "Meno dieci, meno venti... io sono stufo!" - batte i pugni sul tavolo, imposta un broncio mussoliniano, accenna un grugnito - "Ma qua la musica deve cambiare! O io, cambio i musicisti. E' CHIARO!?"
DM: "Chiarissimo Boss. Loud and clear! Anzi, ho già un piano." :)
AD: "Non sarà la solita cazzata!?"
DM: "No, macchè. Questa è nuova :)"
AD: "Ah, e sentiamo po'..."


La Soluzione
DM: "In questi casi la soluzione è una e una sola: back to basics."
AD: "Bectubesics???"
DM: "Eeeesatto. Back to basics!" - sfoggia il sorriso compiaciuto di uno che ha appena avuto un'epifania - "In pratica: no frills! Se vogliamo interrompere l'emorragia di share, qui dobbiamo ricominciare dal Kotler!"
AD: "Senta ricominci dal calciatore che preferisce lei, ma ricominci alla svelta."
DM: "Ma è perfetto! Alla grande! Hehehe! Fisseremo dei Marketing Basics Meeting con scadenza settimanale, a partire da questa settimana. Ripartiremo dallo step one del marketing: il consumer target."
AD: "Chiiiiii!!??"
DM: "Tranquillo boss, è tutto apposto. Mi faccia fare solo una chiamata" - squilli di telefono, suona libero - "Pronto, Brando? Si senti comincia a raccogliere tutto il materiale che hai sul tuo consumatore che facciamo un back to basics. Tutto-chiaro-all-right!? Ok. Alla grande. Ciao."

...

Brando: "Consumatore, consumatore, consumatore... ah si! Devo avere una chart."